• Home
  • Artisti
  • Archivio mostre
  • Cataloghi
  • Contatti
  • Alessandro Ruzzier

    Raccolta intima per collezione pubblica

    28 aprile – 12 maggio 2017

     

    a cura di studiofaganel

     

    Inaugurazione 

    venerdì 28 aprile ore 18.30 

    sarà presente Sarah Waring dell’Associazione Cort dai Gjats

     

    Testi

    Stefano Del Medico

    Alessandro Ruzzier

     

     

    “Raccolta intima per collezione pubblica” è la mostra di Alessandro Ruzzier che si inaugura allo studiofaganel il 28 aprile alle 18.30 sul progetto realizzato durante Harvest 2016. 

    Harvest è un evento con residenza artistica che avviene a Dordolla (Udine) dal 2015, ideato e organizzato dalla “Cort dai Gjats” e dal gruppo “Menti libere”. I residenti del paese, gli ospiti che lo frequentano e gli artisti discutono, preparano e realizzano assieme azioni e opere, che spesso sono il risultato di un processo collaborativo. Il percorso culmina nella festa del raccolto, dove arte, agricoltura e comunità s’incontrano. 

    Per l’edizione 2016, Ruzzier ha ideato e sviluppato un progetto fotografico incentrato sul rapporto tra oggetto e immagine. L’artista in particolare ha indagato la relazione\separazione tra “ciò che l'immagine rappresenta e ciò che rappresenta l'immagine”.

    Il coinvolgimento degli abitanti e la loro partecipazione attiva sono state condizioni essenziali alla realizzazione del progetto.

    L’artista ha fotografato le case dei residenti che si sono resi disponibili. Ha poi chiesto agli abitanti un oggetto qualsiasi di uso quotidiano. In un secondo tempo ha trasferito l’oggetto nella propria abitazione, dove lo ha fotografato. Infine, ha restituito l’oggetto e immagine dell’oggetto ai proprietari. 

    Tra il fotografo e l’abitante si è così instaurata, attraverso la consegna dell’oggetto, una prima relazione di fiducia. Altre relazioni che il progetto determina riguardano: l’oggetto e il fotografo che si fa carico della custodia e della conservazione dell’oggetto; il fotografo e il luogo, dato che “La fotografia è un dispositivo che agisce nei sistemi sociali come strumento di conoscenza. L’azione artistica, nel suo significato, diventa atto di trasmissione delle informazioni e fattore di relazione tra gli attori sociali coinvolti” (Stefano del Medico).

     

    Presso la galleria studiofaganel saranno esposte le fotografie del progetto e presentato il libro con testi di Stefano Del Medico e dello stesso Alessandro Ruzzier. All’inaugurazione sarà presente Sara Waring dell’Associazione Cort dai Gjats che racconterà l’esperienza di Dordolla. 

    La mostra resterà aperta al pubblico fino al 12 maggio. 

     

     

     

    In concomitanza della mostra 

    “Custodia”

    6-8 maggio; 14-15 maggio 2017

    a Reggio Emilia

    per Fotografia Europea 2017 OFF

     

     

    Orari di apertura

    lunedì-venerdì 9.30 - 13.00; 16.00 - 19.00

    sabato su appuntamento

     
    [18-04-2017]