• Home
  • Artisti
  • Archivio mostre
  • Pubblicazioni
  • Contatti
  • PREMIO SERGIO AMIDEI

    EVENTO SPECIALE 

    a cura di studiofaganel 

     

    Giovedì 23 luglio

    _ ore 18:00 Talk, con ALBA ZARI e CHIARA BARDELLI NONINO.

    Sala 2 KINEMAX, Gorizia

     

    _ ore 21.15 Proiezione in anteprima del teaser di FKK (IT 2020, v.o.). Regia: Alba Zari. Produzione Slingshot Films.

    Alla presenza dell’artista.

    Parco Coronini Cronberg, Gorizia

     

    In questa edizione, soggetta a diverse limitazioni per la salute e la sicurezza dei fruitori e visitatori, la collaborazione con la nostra galleria vede la presentazione di alcuni progetti di una delle artiste della galleria, Alba Zari.

    Alba sarà in dialogo con Chiara Bardelli Nonino.

     

    Tra i suoi lavori l’artista presenterà:

    . The Y (2017), progetto nato da un viaggio in diverse parti del mondo, volto alla ricerca delle origini del padre mai conosciuto. Per questo lavoro Zari utilizza la fotografia come mezzo di indagine con un approccio che è stato più volte definito ‘scientifico’, in contrasto ma in necessità per affrontare un tema esistenziale e personale. The Y è diventato anche un libro, a cura di Francesca Serravalle, pubblicato da Witty Kiwi nel giugno del 2019.

    . Occult che la Zari ha sviluppato in un secondo viaggio tra la fine del 2019 e i primi mesi del 2020 nei luoghi di The Y. Occult, che può essere considerato una sorta di sequel di The Y, indaga la storia della setta ‘The Children of God’, un culto cristiano fondamentalista sviluppatosi negli anni ’60. In questo lavoro l’artista si sofferma sulle forme di reclutamento attraverso la propaganda e le mette a confronto con la comunicazione contemporanea sul corpo, sulla pornografia, sulla figura della donna.

    . Freikörpertkultur (FKK) il teaser di un documentario realizzato presso la Costa dei Barbari. Le immagini, riprese durante l'estate 2019, ritraggono l'intimità di una famiglia triestina ed evocano uno stretto contatto con la natura e con i corpi. L'inquietudine emerge nello spazio sonoro, ripetitivo e nervoso. Il ricordo di una libertà forse impossibile da rivivere. Il lavoro vede la scrittura e la regia di Zari ed è prodotto da Slingshotfilms (Trieste).

     

    Alba Zari nasce nel 1987 a Bangkok. Ottiene la laurea al DAMS di Bologna (indirizzo cinematografico) e si specializza in Visual Design alla NABA di Milano e in fotografia documentaria presso l’International Center of Photography di New York. Lavora come fotografa e si dedica in particolare alla fotografia di contenuto sociale, realizzando progetti sul paesaggio urbano. I suoi lavori trattano tematiche sull’identità in modo personale e intimo (The Y- Research of biological father), sull’analisi della comunicazione visuale e della propaganda dello Stato Islamico (Places), sulle ricerche visive sui centri di igiene mentale dopo la Legge Basaglia, sui disordini alimentari diffusi nella società americana e sulla particolare vegetazione del deserto del Mesr in Iran. Attualmente vive e lavora a Londra, dove collabora stabilmente con brand di moda e testate giornalistiche. Nel 2018 vince il premio GraziaDei e nel 2019 espone The Y al museo MAXXI di Roma. Nel 2020 è selezionata come Foam Talent, uno dei più prestigiosi open call internazionali per fotografi di età compresa tra 18 e 35 anni promosso dal Foam Fotografiemuseum di Amsterdam.

     

    Chiara Bardelli Nonino ha conseguito la laurea magistrale in Filosofia con una tesi sulla fotografia post-mortem e vive e lavora a Milano. È Photo Editor di Vogue Italia e de L’Uomo Vogue; scrive e coordina progetti di fotografia per la rivista e per Vogue.it, di cui è Editor della sezione Photography. È curatrice del Photo Vogue Festival, rassegna annuale che parla di fotografia di moda da una prospettiva socio-politica, per cui ha curato e prodotto le mostre The Female Gaze, Fashion & Politics in Vogue Italia, All That Man Is - Fashion and Masculinity Now, Italian Panorama. Ha collaborato tra gli altri con Foam Magazine, Aperture, The British Journal of Photography, The Photocaptionist, Flash Art Italia, Metronom Gallery, Red Hook Labs. Nel suo lavoro di ricerca si concentra principalmente sulla fotografia contemporanea, contribuendo a giurie, talk e progetti curatoriali ed editoriali indipendenti. Fa parte della giuria del festival di Hyères 2020 presieduta da Paolo Roversi, di cui sta curando la mostra monografica “Paolo Roversi. Studio Luce” al MAR di Ravenna e l’omonimo libro d’arte.

     
    [21-07-2020]